Export: gli ERRORI da evitare

Home Quanthic > Export: gli ERRORI da evitare

Quali errori evitare per fare EXPORT

Orientamento al breve termine.

L’export non s’improvvisa. Si tratta di un’attività che richiede tempo, passione ed impegno costante per farsi conoscere sui mercati internazionali.

Attività di marketing superficiale.

Non basta creare un sito internet in tre lingue e realizzare qualche pagina pubblicitaria. Serve un corretto piano di marketing.

Strategie d’investimento con obiettivi poco chiari.

Come, ad esempio, il non saper identificare il prodotto o servizio che si vuole vendere, sottovalutare le tempistiche, dare per scontato che un prodotto Made In Italy si venda da solo.

Scarso rapporto qualità/prezzo.

Il nostro Bel Paese fa davvero fatica a competere con la produzione asiatica in termini di rapporto qualità/prezzo. Ma non solo, l’Italia è in difficoltà competitiva anche con la stessa Europa… un errore strategico che il mercato non perdona.

Esportare all’estero a causa dell’instabilità finanziaria italiana.

Spesso si vedono attività italiane che decidono di spostare il loro interesse all’estero perché in Italia non riescono più a vendere.

Il problema è che esportare un prodotto o un servizio non è così semplice. Certo, è una grandissima opportunità, ma è necessaria una pianificazione, con strategie e tattiche ben definite, condivise con professionisti esperti e qualificati, che sono in grado di prevedere ed evitare errori grossolani e spesso molto costosi per l’azienda

Il sito web che si sta visitando utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per tracciare alcune preferenze, per migliorare
la fruibilità delle pagine e l'esperienza di uso delle applicazioni online maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi